Corsa allo Spazio: le ambizioni di Planetary Resources


Corsa allo Spazio: le ambizioni di Planetary Resources

CORSA ALLO SPAZIO E LE AMBIZIONI DI PLANETARY RESOURCES. Da un lato la NASA che cerca di riorganizzarsi, dall’altro Cina e Russia che tentano di approfittarne. In mezzo l’ambizioso progetto di Planetary Resources con i suoi investimenti derivanti dai privati.

La Corsa allo Spazio sembra vivere una fase di transizione che potrebbe portare a scelte strategiche epocali.

Eppure, proprio le ambizioni di Planetary Resources fanno intuire come, gli interessi economici, possano entrare in diretta concorrenza con le istituzioni e i governi.

Colonizzare il pianeta Marte

La Federazione Russa in particolare sogna di poter concretizzare l’approdo su Marte entro il 2030.

Il ricercatore indipendente Ennio Piccaluga, da anni sostenitore delle prove di vita su Marte, ha più volte però messo in risalto come l’impresa di colonizzare Marte sia la più complessa sfida dell’epoca contemporanea.

“Ritengo -ha spiegato Piccaluga- che solo una cooperazione internazionale su vasta scala, che coinvolga Russia, Cina, l’ESA e la NASA, possa concretizzare nel medio termine l’impresa di portare l’uomo su Marte. Tuttavia, guardando il panorama politico internazionale, questi presupposti di stretta collaborazione non appaiono così evidenti”.

>  Il leggendario Fantasma di Loftus Hall: spunta una Fotografia
Il post dal titolo Corsa allo Spazio: le ambizioni di Planetary Resources è stato scritto da nella categoria Spazio - © RIPRODUZIONE TASSATIVAMENTE VIETATA - Maggiori informazioni su questi argomenti: > > > > > > > > >