Gli UFO di “plastica” e le nuove tecnologie: dilemmi e polemiche


UFO DI PLASTICA E VIDEO SUL WEB – In maniera dispregiativa li chiamavano “UFO di plastica”. Una corrente di ufologi internazionale, soprattutto europea, non accetta come prova documentali molti dei video presenti sul web.

Troppo scadente la qualità media, troppo alta l’incidenza di possibili falsi. Mancherebbero inoltre troppi riscontri per valutare il tutto come attendibile. E’ un dato di fatto però che nel web e nei canali tematici come YouTube i video di presunti avvistamenti UFO siano una realtà. Basta fare una ricerca sul web e digitare “UFO sightings”.

I risultati prodotti dal motore di ricerca saranno notevoli, a dir poco. Uno falso e dunque tutti falsi?

L’ingegner Ennio Piccaluga, ufologo e ricercatore di scienze non convenzionali, tempo addietro in occasione della conferenza di Cervinara affermò: “E’ vero, girano in rete molto documenti poco credibili, poco pertinenti o  addirittura falsi. Tuttavia in seno alla ricerca ufologia non è possibile additare tutto il materiale proposto con senso pregiudiziale. Basta un solo avvistamento su cento che sia reale a far pendere il piatto della bilancia in senso favorevole”.

Il post dal titolo Gli UFO di “plastica” e le nuove tecnologie: dilemmi e polemiche è stato scritto da nella categoria UFO Ovni - © RIPRODUZIONE TASSATIVAMENTE VIETATA - Maggiori informazioni su questi argomenti: > > > >