Mistero nel Pacifico: disperso riappare dopo 13 mesi


oceano pacifico mare misteroMAJURO – Il nuovo “Ulisse”? Jose Salvador Albarengo, 37 anni, professione pescatore. Tredici mesi in mare, senza punti di riferimento nell’Oceano Pacifico. Partito dalla costa occidentale del Messico, nel dicembre 2012, è stato soccorso pochi giorni or sono nei pressi di un atollo delle Isole Marshall, a 12.000 chilometri di distanza dal porto dove era salpato con la sua barca.

Viene sottoposto ad attento monitoraggio medico, tuttavia le sue condizioni vengono giudicate discrete in relazione agli stenti e le privazioni subite durante la sua permanenza forzata in balia delle onde, con la sua imbarcazione in avaria. Una storia incredibile, che accende i riflettori di tutti i mass media internazionali, con troupe e giornalisti che si sono precipitati alle Isole Marshall.

Del Pesce, uccelli e tartarughe il suo pasto abituale in questi mesi, il naufrago di origine salvadoregna ha affermato di aver bevuto sangue delle tartarughe in mancanza di acqua piovana. Il suo compagno di viaggio, un ragazzo che lo accompagnava nella caccia allo squalo, non sarebbe sopravvissuto alla malnutrizione.

Il post dal titolo Mistero nel Pacifico: disperso riappare dopo 13 mesi è stato scritto da nella categoria Misteri - © RIPRODUZIONE TASSATIVAMENTE VIETATA - Maggiori informazioni su questi argomenti: > > > >