Divora il Tempo, lo Spazio rivela il Pianeta “cannibale”


SPAZIO NEWS – Nello Spazio profondo tutto scorre velocemente, in particolare sul pianeta Kepler 78b. La vicinanza alla sua stella, fa si che la nostra percezione dello scorrere del tempo venga completamente alterata dal ciclo annuale dell’ esopianeta in questione. In pratica, un anno terrestre su Kepler 78b durerebbe appena otto ore e mezza. Kepler 78b è un pianeta dalle dimensioni non troppo differenti rispetto al nostro globo terracqueo, distante non più di settecento anni luce. L’approfondimento sulle singolari caratteristiche del nuovo pianeta extra-solare, sono state rese note sulle pagine della rivista “Astrophysical Journal”, ad opera di un team di ricercatori

del celebre Mit (Massachusetts Institute of Technology). L’esopianeta non è assolutamente abitabile, un vero “inferno” nel Cosmo. La vicinanza alla sua stella determina quindi temperature inimmaginabili, rendendolo di fatto attraversato da un enorme oceano di lava.

Il post dal titolo Divora il Tempo, lo Spazio rivela il Pianeta “cannibale” è stato scritto da nella categoria Scienza - © RIPRODUZIONE TASSATIVAMENTE VIETATA - Maggiori informazioni su questi argomenti: > > > >